Frame-14-2.png

"Amore in Mostra", scopriamo insieme l'evento di Eduxo Italia APS.

 
 
 

Intervista a Isabella Sofia De Gregorio, Presidente e Co-fondatrice di Eduxo Italia APS

Intervista a cura di Sara Lorusso

 

Mulieris Magazine - Ciao Isabella! Raccontaci chi sei, cosa fai?

Isabella S. De Gregorio - Ciao Sara! Che piacere essere intervistata da Mulieris! Sono un’attivista, divulgatrice, co-fondatrice e Presidente di Eduxo Italia APS. Amo sognare in grande e credo che una delle cose che mi contraddistingue è la mia personalità multipod. Studio Scienze Internazionali e Diplomatiche all’Università di Bologna e sono una project manager culturale.

 

Mulieris Magazine - Puoi raccontarci di Eduxo? Come nasce? Siete una realtà molto giovane, possiamo dire che il vostro lavoro è nato anche perché avete provato sulla vostra pelle cosa volesse dire essere giovani in Italia, avere molta voglia di conoscere e realizzare senza però trovare nel concreto qualcosa che potesse aiutarvi a farlo?

Isabella S. De Gregorio - Eduxo nasce tra le aule del mio liceo di Bologna, quando insieme a Sara e Stella (le altre due co-fondatrici) ho organizzato un’assemblea d’istituto sui temi dell’amore, dell’affettività e della sessualità in occasione di San Valentino, trasformando una festa meramente commerciale in un evento di divulgazione. Subito siamo state accusate di “dittatura gender” anche da personalità politiche nazionali, come Meloni e Pillon; eravamo anche in prima pagina sui giornali. Eravamo (e siamo) giovani e per questo motivo non eravamo abbastanza degni di decidere di cosa parlare e come parlarne. In realtà, quelle parole hanno avuto un effetto boomerang e ci hanno dato ancora più forza per mettere insieme tutt3 l3 student3 e capire insieme che cosa potessimo fare per migliorare la nostra società. Abbiamo ricevuto un sostegno nazionale, da adulti come da student3, da istituzioni come da associazioni, come anche dall’avvocata Cathy La Torre, che in seguito ha anche deciso di essere co-fondatrice dell’associazione. Quell’assemblea ha creato identità, speranze, voglia di futuro e sogni da realizzare. Insieme abbiamo capito che ci fosse bisogno di uno spazio libero, senza tabù, che avesse il fine di sviluppare il pensiero critico delle persone e di offrire uno sguardo attivo sul mondo che ci circonda. Eduxo deriva dal latino educere, tirare fuori, la x mette in connessione le persone e la o rappresenta il nostro mondo globalizzato e interconnesso.

 

Mulieris Magazine - Che obiettivi ha la vostra associazione?

 

Isabella S. De Gregorio - Eduxo è un’Associazione di Promozione Sociale che svolge attività su tutto il territorio nazionale, che ha sede a Bologna. Come dicevo prima, Eduxo nasce per sviluppare il pensiero critico, al fine di creare una cittadinanza realmente attiva rispetto ai temi dei diritti umani e rispetto a ciò che accade nel mondo. Facciamo informazione culturale online, sensibilizziamo l’opinione pubblica e canalizziamo l’attenzione delle istituzioni sui temi che trattiamo quotidianamente. Prepariamo, organizziamo e partecipiamo ad eventi, seminari, manifestazioni e facciamo attivismo. Più in generale Eduxo si propone un atteggiamento culturale che evidenzi la necessità di un approccio globale alle problematiche, favorendo l'educazione alla cittadinanza mondiale, e combattendo il pregiudizio, le discriminazioni e la violenza in ogni loro forma. In particolare, visto che tutto è nato dalle tematiche dell’educazione all’affettività e alla sessualità, abbiamo voluto rendere questo tema centrale nella nostra associazione. Come? Abbiamo creato la Campagna Love Education!

Mulieris Magazine - Che cos’è Love Education?

 

Isabella S. De Gregorio - Love Education è la nostra campagna principale! Il team di espertз di Love Education lavora per divulgare e formare, online e dal vivo, rispetto alle tematiche riguardanti l’educazione all’affettività e alla sessualità. Il team è composto da esperti pro-bono e figure con esperienze di studio eterogenee che toccano i settori della pedagogia, dell’educazione, della sessuologia, della medicina, della psicologia, della giurisprudenza, dell’antropologia e molto altro ancora. Questo garantisce una caleidoscopica ed inclusiva presentazione di quelli che sono i più aggiornati e scientificamente attendibili contenuti relativi ai temi trattati. Abbiamo diversi obiettivi, alcuni di questi sono molto ambiziosi: la stesura di un Disegno di legge che introduca un programma nazionale ben definito di Educazione all’affettività e alla sessualità con un approccio estensivo ed olistico, adeguando l’Istruzione scolastica italiana agli standard Europei, colmando il vuoto educativo e formativo odierno; fare informazione e formazione online attraverso la pagina instagram @eduxo.it e il sito web www.eduxo.it; organizzare attività e corsi di formazione; compiere attività di studio e di ricerca; organizzare e partecipare a eventi, seminari e manifestazioni, mostre, festival, rassegne, concorsi e convegni con l’intento di far conoscere, valorizzare e promuovere Love Education in Italia e all’estero! Siamo molto attiv3 per quanto riguarda Love Education e ogni mese proponiamo qualcosa di nuovo!

Mulieris Magazine - Il vostro team è molto vasto, avete voglia di presentarcelo?

Isabella S. De Gregorio - Presentarvi tutt3 sarebbe veramente impossibile, ma ti posso dire che abbiamo 80 volontar3 sparsi in tutt’Italia e in altri 8 stati del mondo, che hanno dai 18 ai 40 anni e che in Eduxo svolgono differenti attività! Abbiamo tantissimi team di lavoro come i content creators di DUPAEA (Diritti umani, politica, attualità, economia e ambiente) e Love Education, oppure come i team: inclusione, progettazione culturale, fundraising e bandi, legal-contabilità, comunicazione, visual e molti altri ancora. Insomma, Eduxo è una realtà aperta a tutt3 dove si sta insieme a persone con i nostri stessi valori e oltretutto si riescono a sviluppare anche molte competenze spendibili anche nel mondo del lavoro!

 

Mulieris Magazine - Lo scorso mese avete lanciato il contest Art4love, potete parlarcene?

Isabella S. De Gregorio - Art4Love è il nostro primo contest artistico! Si pone l’obiettivo di promuovere una sensibilizzazione rispetto ai temi dell’amore, dell’affettività e della sessualità, cioè le tematiche centrali di Love Education! Considerando la propria percezione e idea dell’amore, dell’affettività e della sessualità, lɜ partecipanti hanno realizzato un manifesto con l’obiettivo di rispondere alla domanda: “Che cos’è per me l’amore? Che cos’è per me l’affettività? Che cos’è per me la sessualità?”. È stato veramente emozionante perchè abbiamo ricevuto 70 opere da parte di bambinɜ e ragazzɜ di tutta Italia e non vediamo l’ora di allestire la mostra (che tutt3 potranno vedere online).

 

Mulieris Magazine - Abbiamo avuto il piacere di essere invitate al vostro evento ‘Amore in mostra’ che si terrà online (e a bologna?) a fine maggio, come vi è venuta l’idea dell’evento? Potete anticiparci qualcosa di quello che avete organizzato? 

Isabella S. De Gregorio - L’idea di Amore in Mostra è emersa quando in una riunione ci siamo detti: “Sognando in grande, senza budget, cosa vorremmo realizzare? Ed è così che è emersa l’idea di Amore in Mostra come Festival diffuso in Italia. Quindi si, esatto! Noi di Eduxo mettiamo l'Amore in Mostra, come ti dicevo poco fa! Amore in Mostra è un Festival artistico-culturale di dieci giorni (dal 29/05/2021 al 07/06/2021) che verrà realizzato in modalità diffusa a Bologna (Teatro Arena del Sole) e online: sarà una combinazione di attività e incontri artistico-culturali sui temi di Love Education.

Il Festival è aperto a bambinɜ, ragazzɜ e adultɜ, è un momento estemporaneo, un’esperienza fuori dall’ordinario e per questo speciale, che cerca di soddisfare i bisogni della collettività. Le attività come workshops, conferenze, laboratori, tavole rotonde, speech, saranno organizzate in giornate tematiche intitolate da hashtags come #affettività #educazione #corpo #pride #benessere #parità #diritti #discriminazioni #stereotipi #pregiudizi #consenso etc. Il programma vede la partecipazione di 35 partners (main partners: Gender Bender Festival e Cassero LGBT+ Center) e sponsors (main sponsors: StudioAnd e Incredy) sul territorio nazionale e ospiti d’onore come Cathy La Torre, Muriel, Ethan Caspani, Caterina Benzi, Arianna Rogialli, Jessica Giorgia Senesi e molti altri ancora! Anche l’Università di Bologna è stata inserita nella programmazione! La cosa più bella è che con questo progetto abbiamo vinto il Concorso giovanile “Così sarà la città che vogliamo” della Fondazione Emilia Romagna Teatro (ERT) e quindi il progetto è co-finanziato da fondi europei, dove abbiamo immaginato le nostre città in primis #inclusive #openminded #informate e #senzatabù.

Colgo l’occasione per dire che le iscrizioni sono aperte e che su www.amoreinmostra.it ci sono tutti i dettagli sul Festival!